Dott. Gaetano VaudoDott. Gaetano Vaudo

  • facebook
Ti trovi in: Home » Medicina estetica » Ringiovanimento viso » Laser
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Laser

Il LASER (Light Amplification by Stimulated Emission of Radiation) è un dispositivo in grado di trasformare l'energia in un fascio di luce che è monocromatica,coerente e collimata.

In campo medico ci sono diversi tipi di LASER ,ognuno dei quali emette un raggio dotato di una determinata lunghezza d'onda che interagisce con uno specifico bersaglio dell'organismo (chiamato target) e causa un effetto preciso.

I principali tipi di Laser ed il loro utilizzo in medicina e chirurgia estetica sono riassunti in tabella

SORGENTE LASER

LUNGHEZZA D'ONDA

PROFONDITA'DI PENETRAZIONE

EFFETTO CLINICO

XeCl

308-351 nm

40 μm

Uso oculistico

Argon

488-515 nm

300 μm

330 μm

Uso oculistico

Dye

630 nm

1000 μm

Lesioni vascolari

Alessandrite

755nm

1180 μm

Lesioni vascolari

Epilazione

Diodo

830 nm

1300 μm

Lesioni vascolari

Macchie, epilazione,

ringiovanimento

Nd:YAG

1064 nm

1400 μm

Lesioni vascolari

Macchie,epilazione

Erbium

2900 nm

2 μm

Ringiovanimento cutaneo

CO2

10600 nm

20 μm

Ringiovanimento cutaneo .Chirurgia

Oltre al trattamento delle lesioni vascolari(come teleangectasie e couperose) , delle macchie e dei tatuaggi, il laser è principalmente utilizzato nel ringiovanimento del viso.

Questo si può ottenere con sistemi non ablativi (come la luce pulsata) o ablativi utilizzando Laser a CO2. In particolare l'introduzione della tecnologia frazionale ha consentito di raggiungere risultati sempre migliori.

Il laser CO2 emette un raggio che ha come bersaglio l'acqua contenuta nella cute :l'energia assorbita determina il passaggio dalla fase liquida a quella gassosa con conseguente esplosione cellulare.

Il grande vantaggio della tecnologia frazionale è che l'area cutanea danneggiata mantiene all'interno numerosi micropunti di cute integra da cui parte il processo di guarigione ,che quindi è molto più rapido rispetto ai laser CO2 tradizionali.

Quindi in superficie la cute non viene lesa completamente mentre più in profondità,a livello dermico, si verifica una immediata contrazione delle fibre collagene e uno stimolo sui fibroblasti a produrre nuovo collagene

LASER CO2 FRAZIONATO

Il laser CO2 emette un raggio, con lunghezza d'onda di 10600 nm, che ha come bersaglio l'acqua contenuta nella pelle: l'energia assorbita da questa determina il passaggio dalla fase liquida a quella gassosa con conseguente esplosione cellulare. L'utilizzo del laser CO2 superpulsato nel ringiovanimento del viso ha portato a notevoli risultati clinici ma anche a diversi svantaggi tra cui soprattutto il lungo periodo di convalescenza.
L'introduzione della tecnologia frazionale ha permesso di ridurre al minimo gli svantaggi e di sfruttare pienamente i benefici della tecnologia CO2.
Infatti il raggio emesso dal laser CO2 frazionato colpisce solo una porzione di cute (e non la totalità), mentre la maggior parte dell'epidermide rimane indenne; da queste isole di cute sana si innesta un processo di riepitelizzazione che permette una guarigione molto rapida, in media della durata di 4 -7 giorni. Più profondamente, a livello dermico, si verifica una importante stimolazione sui fibroblasti che producono nuove fibre collagene, fibre elastiche e acido ialuronico.


INDICAZIONI LASER CO2 FRAZIONATO :

resurfacing (ringiovanimento) viso
rughe del viso
esiti cicatriziali da acne e post traumatici
cute spessa e ipercheratosica
macchie di vario tipo

TRATTAMENTO

Si esegue ambulatorialmente dopo aver applicato una crema anestetica sulla zona da trattare.
E' ben tollerato dalla maggior parte dei pazienti.
Variando l'energia del raggio laser e la distanza tra i pixel si possono effettuare trattamenti leggeri o più aggressivi a secondo dell'obiettivo da raggiungere.
L'applicazione può essere ripetuta dopo un mese o più.

POSTOPERATORIO
Immediatamente si verifica un certo grado di arrossamento cutaneo che nelle 24 ore successive scompare nei casi di lieve stimolazione o viene sostituita da un colore scuro della pelle (che appare a mò di griglia), in caso di stimolo medio-forte. Tale aspetto dura in media 4-7 giorni (tempo necessario per la formazione della nuova cute), durante i quali è permesso il trucco ma non l'esposizione solare.

RISULTATI
Sono in genere molto graditi dai pazienti sia nei casi di trattamento leggero che in quelli più forte.
Dopo 7-10 giorni dalla seduta si apprezzano i miglioramenti sulla texture cutanea per l'azione della CO2 frazionata sull'epidermide.
Nei mesi successivi si evidenziano i benefici sull'intera pelle per gli effetti sugli strati più profondi che vengono stimolati ad una maggiore produzione di fibre collagene.

VANTAGGI DEL LASER CO2 FRAZIONATO RISPETTO AL TRADIZIONALE
Trattamento ambulatoriale
Anestesia di superficie con crema
Rapido recupero e ritorno all'attività lavorativa
Nessuna medicazione post trattamento

Chiedi informazioni Stampa la pagina